Bene la firma del protocollo per la stabilizzazione dei precari. Ora è urgente velocizzare le procedure

 Bene la firma del protocollo per la stabilizzazione dei precari. Ora è urgente velocizzare le procedure

Esprimo la mia soddisfazione per la firma delle principali sigle sindacali di medici e del comparto Sanità del protocollo d’Intesa in merito ai processi di stabilizzazione all’interno del Servizio Sanitario Nazionale.

Oggi nel Lazio ci sono ancora 4.800 lavoratori e lavoratrici della sanità che hanno un contratto a tempo determinato, e a questi lavoratori è necessario dare una risposta immediata.

Per ridurre le liste di attesa, per implementare i servizi previsti dal PNRR, potenziare la sanità territoriale e incrementare la presa in carico e la prevenzione precoce delle patologie, il Servizio Sanitario Regionale deve assolutamente investire su personale sanitario.

Ora è assolutamente urgente velocizzare al massimo le procedure per la stabilizzazione – come già dichiarato dall’assessore Alessio D’amato – in modo da poter dare risposte efficaci alle esigenze di famiglie e territori. Ritengo assolutamente necessario che la sanità a livello nazionale venga potenziata al massimo e che si debba investire in strutture e personale. Per questo mi auguro che il Governo prenda seriamente in considerazione la proposta di utilizzare i fondi del MES.