Legge di Bilancio 2021, le proposte di Italia Viva

 Legge di Bilancio 2021, le proposte di Italia Viva

Sono 228 gli articoli che compongono il testo della Legge di Bilancio per il 2021 che il Consiglio dei Ministri ha esaminato nella giornata di lunedì 16 novembre 2020, un mese dopo la prima approvazione “salvo intese” del 18 ottobre. L’approvazione è arrivata nel tardo pomeriggio e il testo ora è atteso alla Camera a stretto giro. La manovra 2021 sarà di ben 38 miliardi di euro. Vediamo, qui di seguito, quali proposte, avanzate da Italia Viva, contiene il testo approvato.

Le nostre proposte per l’Agricoltura

La “Filiera della Vita“, così come la Ministra per le Politiche AgricoleTeresa Bellanova ama definire il settore agroalimentare, beneficerà di interventi per un valore totale di 500 milioni di euro. Tra gli interventi in programma vi sono 60 milioni di euro a sostegno della filiera agricola, della pesca e dell’acquacoltura; la decontribuzione del 100% per i lavoratori under 40 della previdenza agricola; esenzione IRPEF per i redditi dominicali e agrari; la proroga del “Bonus verde“; una serie di investimenti per migliorare infrastrutture e reti irriguenell’arco dei prossimi 7 anni; il rifinanziamento del fondo “Donne in campo“; 40 milioni di euro destinati al “Fondo Indigenti“; 21 milioni a sostegno di pesca e acquacoltura e 60 per le aziende colpite da calamità naturali.

Le nostre proposte contro nuove tasse

Ci siamo battuti, in questi mesi, affinché non fossero introdotte nuove tasse, in un periodo così delicato, come quello che stiamo vivendo, a causa dell’emergenza sanitaria ed economica dovuta alla pandemia da Covid 19. Ecco perché abbiamo proposto che la Plastic Tax e la Sugar Tax vengano rinviate al 1 luglio 2021.

Le nostre proposte per le Famiglie

È stata una nostra battaglia, frutto di una proposta nata in seno alla Leopolda, portata avanti con costanza e impegno dalla Ministra per la Famiglia e le Pari Opportunità Elena Bonetti. Quello che era un sogno, ora è realtà: all’assegno unico e universale per tutti i figli under 21 verranno destinati 3 miliardi di euro nel 2021 e poi 5,5 miliardi a partire dal 2022. Aumentano, inoltre, i fondi per gli asili nido comunali: 100 milioni nel 2022 e poi 300 milioni a regime. Rinnovato anche il bonus bebè per il 2021, in attesa che arrivi l’assegno, così come il congedo di paternità, per tutto il 2021. 20 milioni di euro saranno destinati al Fondo Assistenza Disabilità Grave, 100 al Fondo No Autosufficienze, 20 andranno a sostegno dei caregiver e altrettanti alle scuole paritarie, affinché vengano destinati agli allievi disabili.

Le nostre proposte per i Giovani

Un esonero contributivo del 100%: è quel che riceveranno i datori di lavoro che assumeranno giovani under 35, per la durata di 36 mesi, che salgono a 48 mesi nelle Regioni meridionali. Il bonus sarà valido anche per i contratti di apprendistato.


Le nostre proposte per le Donne

Come già nella bozza precedente, la manovra istituisce, presso il ministero dello Sviluppo economico, il “Fondo a sostegno dell’impresa femminile“, che avrà una dotazione iniziale di 20 milioni di euro. Il Fondo è pensato per promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento dell’imprenditoria femminile, la diffusione dei valori di imprenditorialità e lavoro tra la popolazione femminile e massimizzare il contributo, quantitativo e qualitativo, delle donne allo sviluppo economico e sociale del Paese. Inoltre, ci sarà un esonero contributivo del 100% per chi assumerà lavoratrici nel biennio 2021/22. Infine, è previsto un incremento di 15 milioni di euro del fondo “Donne in Campo“, rivolto alle aziende agricole guidate da imprenditrici.

Le nostre proposte per sconfiggere il Coronavirus

Pensiamo che il vaccino per il Coronavirus debba essere gratuito e rivolto a tutti. Ecco perché abbiamo proposto di stanziare 400 milioni di fondo per i vaccini e 70 milioni per effettuare test rapidi.