MIGRANTI: L’UE RICHIAMA I PAESI INADEMPIENTI

Apprezziamo e sosteniamo il monito lanciato oggi dalla Commissione europea sul fronte del ricollocamento dei migranti: seppure in ritardo, Bruxelles chiede il rispetto degli impegni assunti in sede europea, richiamando i Paesi inadempienti ad accogliere i richiedenti asilo da Italia e Grecia e invitandoli a dare inizio ai trasferimenti. Bene. Seppure in ritardo le parole della commissione europea sono chiare. È importante che la Commissione abbia sottolineato la necessità di agire immediatamente e che abbia posto l'accento sulla possibilità di valutare l'attivazione di procedure di infrazione a partire da giugno in caso di inadempienze: l'Italia ha sempre chiesto il rispetto di questa regola ed è giusto che venga applicata. Ci auguriamo che il monito di Bruxelles venga accolto quanto prima: l'Europa è chiamata a uno sforzo solidale. Tutta l'Europa.