Medioriente, appello di 15 parlamentari: Stop escalation, subito cessate il fuoco

Roma, 12 lug. – “Bisogna riportare immediatamente la situazione alla normalità, arrivando subito a un accordo per il cessate il fuoco tra israeliani e palestinesi: l’escalation degli ultimi quattro giorni, con l’offensiva di Israele su Gaza e il lancio di missili da parte dei militanti palestinesi, sta mietendo decine di morti tra i civili,
anche bambini, configurando una situazione inaccettabile“.

E’ l’appello promosso dalla deputata del Pd, Marietta Tidei, e sottoscritto da altri 14 parlamentari che hanno aderito al gruppo interparlamentare Italia-Palestina: Marietta Tidei, Francesco La Forgia, Luca Pastorino, Beppe Guerini, Renzo Carella, Carlo Lucherini, Andrea Ferro, Salvatore Capone, Miriam Cominelli, Marco Di Maio, Gian
Mario Fragomeli, Simone Valiante, Tino Iannuzzi, Susanni Cenni e Massimiliano Manfredi. “La lotta agli estremisti di Hamas non può diventare una guerra contro il popolo palestinese: la comunità internazionale deve compiere ogni sforzo possibile per far sì che le due parti ritornino a dialogare e non vanno vanificati gli sforzi compiuti da Papa Francesco con lo storico incontro in Vaticano tra Peres e Abbas“, aggiungono i parlamentari. “Anche stamattina, le sirene di allarme sono ritornate a suonare a Tel Aviv e il conflitto si è allargato alla città di Haifa: bisogna evitare il rischio che la situazione precipiti e diventi ancora più incandescente“, sottolineano.

Ci auguriamo di poterne parlare in Parlamento con il ministro Mogherini“, concludono i parlamentari.