Legge stabilità, Dal governo un cambio passo con le misure contro la povertà

Le misure preannunciate dal ministro del Lavoro Poletti contro la povertà, che saranno inserite nella prossima legge di stabilità, confermano il cambio di passo necessario che il Governo ha messo in campo per fronteggiare le difficoltà di tantissimi cittadini.

Il rapporto 2015 della Caritas sul profondo disagio economico italiano deve fungere da stimolo per mettere in campo interventi finalmente strutturali e sostenibili: bene, dunque, la riforma degli ammortizzatori sociali e l’universalizzazione dell'indennità della Naspi, e bene anche il sussidio di disoccupazione di natura non previdenziale, l'Asdi, che sono certa aiuterà i disoccupati più bisognosi.

Il Fondo per le politiche sociali e quello per le non autosufficienze, come ha confermato Poletti, saranno strutturali e daranno risorse anche per i nidi e per gli altri servizi per la prima infanzia. La svolta c’è, ma dobbiamo trovare possibili altre strade e risorse da mettere in campo contro la povertà fino all'ultimo giorno utile: in gioco c’è il futuro del Paese.