Legalizzazione cannabis, serve una proposta solida e condivisa

Condivido le parole del viceministro Della Vedova sulla necessità di porre l'attenzione sulla legalizzazione delle droghe leggere, lavorando alla presentazione di una proposta solida e condivisa. In questo momento, nel nostro Paese, la marijuana rappresenta ciò che era la bottiglia di whisky a New York a inizio Novecento: il fallimento del proibizionismo e il proliferare del mercato nero, senza nessun argine verso la sua alimentazione. La legalizzazione darebbe un duro colpo all'economia delle narcomafie e del narco capitalismo, permetterebbe la riduzione delle spese e inciderebbe positivamente anche nel campo del lavoro, creando nuovi posti regolari.  Inoltre ci sarebbe la possibilità di inserire l’uso della canapa nei cicli di agricoltura biologica e biodinamica per incentivare una nuova rivalorizzazione del settore agricolo. Mi auguro che il Parlamento si faccia portavoce di questa sensibilità per mettere in campo una proposta condivisa e di buon senso.