LA PERSECUZIONE DEI GAY IN CECENIA

Le notizie di stampa che parlano di campi di rieducazione, arresti e torture nei confronti di cittadini omosessuali in Cecenia fanno accapponare la pelle: ci auguriamo che si faccia
chiarezza il prima possibile su questa vicenda incresciosa. Quanto sta avvenendo rappresenta una violazione gravissima dei diritti umani: nessuno può essere sottoposto a violenze e questo principio vale sempre, anche quando si parla di orientamento sessuale. È positivo l'impegno della Farnesina che ha attivato i propri uffici per ottenere informazioni su quanto sta avvenendo: ci auguriamo che si ponga rimedio il prima possibile a questa storia triste. Ognuno, e in qualsiasi parte del mondo, ha diritto di vivere liberamente e di esprimere il proprio orientamento sessuale.