Interrogazione Urgente: Lavoratori Supermercato SISA Anguillara

INTERROGAZIONE URGENTE AI MINISTRI DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Per sapere - premesso che:

la società Zodiaco S.r.l. situata nel comune di Anguillara Sabazia in provincia di Roma svolge l'attività del commercio al dettaglio nel settore alimentare;

la suddetta società ha gestito il supermercato (ex supermercato GS) all'interno del quale espletava la propria attività economica almeno sino alla terza settimana di gennaio 2014, allorquando ad essa è subentrata una nuova società, nota con il nome di "Campigiana", la quale, tuttavia, non ha rilevato i lavoratori, i quali sono rimasti dipendenti della Zodiaco S.r.l.;

nel 2012 la società Zodiaco ha ceduto tutto il proprio personale dipendente ad un'azienda di servizio nota con il nome di "Cassia 12". La Zodiaco S.r.l., pur mantenendo la gestione diretta della azienda, non ha erogato il Trattamento di fine rapporto (TFR) che economicamente ammonta a circa duecentomila euro;

a seguito di ulteriori passaggi, tutti dimostrabili dai contratti stipulati con i lavoratori, il personale che era stato assunto dalla "Cassia 12" è ritornato alle dipendenze della società Zodiaco S.r.l;

gli scontrini fiscali emessi a seguito della vendita della merce riportano la denominazione della società "La Campigiana", mentre i lavoratori dell'esercizio commerciale in questione afferiscono alla Zodiaco S.r.l.:

i dipendenti della Zodiaco S.r.l. sono entrati in cassa integrazione nei periodi che vanno da ottobre a dicembre 2013 e da dicembre 2013 a marzo 2014, con accordi regolarmente firmati;

i dipendenti della società Zodiaco S.r.l. da novembre dello scorso anno non percepiscono lo stipendio. Una situazione insostenibile che ha indotto i lavoratori nella giornata di mercoledì 26 febbraio a manifestare davanti all’azienda, per reclamare quanto loro dovuto. A seguito di tali manifestazioni ad alcuni lavoratori sono pervenute lettere di licenziamento per ragioni di crisi aziendale;

considerato che:
a seguito dei vari cambi societari di cui in premessa i proprietari dell'immobile in cui si svolge l'attività commerciale di vendita al minuto hanno manifestato l'intenzione di voler rientrare in possesso dei locali. Presumibilmente in ragione di ritardo o mancato pagamento dei canoni di locazione ad essi spettanti;

tutto ciò premesso e considerato si chiede di sapere:

quali iniziative urgenti i Ministri in indirizzo intendano porre in essere al fine di fare chiarezza riguardo ad una crisi aziendale che sembra dovuta essenzialmente alla mala gestio societaria da parte degli amministratori e che potrebbe mettere seriamente a rischio l'occupazione di oltre quindici lavoratori;

se non ritengano opportuno intervenire, ciascuno per gli ambiti di propria competenza, presso le associazioni di categoria e i soggetti interessati, al fine di tutelare i diritti, la dignità e la professionalità dei lavoratori coinvolti, per scongiurare il pericolo licenziamento;

se e come intendano intervenire affinché si giunga ad una rapida conclusione della vertenza contrattuale.

Leggi qui il testo integrale