Interrogazione al ministro Zanonato sul caso ICE

L’ Onorevole Marietta Tidei ha scritto un’interrogazione al Ministro dello Sviluppo Economico Zanonato, riguardo la difficile situazione dei 107 vincitori del concorso pubblico, iniziato nel 2008 ed espletato nel 2010, che ancora attendono di essere assunti presso l’Istituto per il Commercio con l’Estero (ICE).

La situazione di questi vincitori di concorso è complicata dal fatto che l’ICE è stato soppresso nel 2011 e che tutte le sue risorse umane sono state trasferite al Ministero dello sviluppo economico e al Ministero degli affari esteri. Successivamente è stato istituito l’ente pubblico “ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane” e 450 unità della pianta organica dell’ex ICE sono state trasferite al nuovo ente, mentre 140 dipendenti in esubero non selezionati per il nuovo ente, sono stati messi in mobilità. “Tale personale in mobilità potrebbe richiedere in futuro di rientrare nell’organico della nuova Agenzia, secondo le modalità del turn over, e i 107 vincitori di concorso vedrebbero svanire la possibilità di essere assunti.”
Anche secondo l’Avvocatura dello Stato, i vincitori del citato concorso vanterebbero un diritto all’assunzione parificabile a quello del personale già in servizio presso l’ex-ICE.

“Nostro dovere è garantire i diritti acquisiti –ha dichiarato l’Onorevole Tidei- in tempi certi e rapidi, perché dietro ogni singolo vincitore di concorso c’è un progetto di vita, una famiglia. Lo Stato che non rispetta gli esiti dei concorsi pubblici è uno Stato che non mantiene le promesse e mente ai cittadini, in particolare a quelli più meritevoli”.

Leggi qui il testo integrale