Gay, Solidarietà a ragazzo aggredito a Civitavecchia

Voglio esprimere la mia solidarietà al ragazzo di Civitavecchia aggredito e malmenato perché gay: mi auguro che gli autori di questo miserabile gesto vengano identificati al più presto e che la città tutta abbia un sussulto di civiltà di fronte ad un atto ignobile che umilia tutti noi".

Quello che è avvenuto denota la necessità di mettere in campo una vasta operazione educativa e culturale in grado di sensibilizzare tutti, a partire dai più giovani, sull'assurdità dell'omofobia, che porta a considerare l'omosessuale come un diverso, meritevole di una sorta di punizione", aggiunge Tidei. "Mi auguro che il disegno di legge per l'introduzione del reato di omofobia nel nostro ordinamento possa arrivare quanto prima alla sua approvazione definitiva: fermo in Senato a due anni dal via libera da parte della Camera, deve necessariamente essere sbloccato e portato a compimento il prima possibile.