Da Governo del cambiamento a governo del tradimento

Da Governo del cambiamento a governo del tradimento

Sono vicina ai sindaci dell’Anci che hanno deciso di sospendere le relazioni istituzionali con il governo dopo l’ennesima presa in giro sui fondi per il bando sulle periferie. La faziosità di questo esecutivo, che vuole cancellare tutto quello che di buono è stato fatto dal Pd, ha raggiunto livelli inaccettabili: retrocedere sui fondi che spettano ai Comuni è un tradimento che si fa nei confronti di un investimento strategico, quello cioè rivolto a territori disagiati, alla cultura e all’educazione. Oggi dovevano arrivare 800 milioni e invece il governo ha accampato scuse tecniche. Una decisione scellerata che a Roma costerà 32 milioni di euro. Altro che governo del cambiamento, questo è il governo del tradimento.