CIVITAVECCHIA: QUANDO LA MISURA E’ COLMA

Ho sottoscritto un comunicato congiunto con il capogruppo del PD al comune di Civitavecchia, Marco Piendibene. Si tratta di un documento molto aggressivo, che trova la sua giustificazione nell'assoluto disprezzo che il movimento 5 stelle ha per la città. Per la prima volta dopo anni Civitavecchia soffre la sete. La carenza di acqua porta con se gravi conseguenze sanitarie. I suoi cittadini vivono nell'incuria e nella sporcizia. Questi sono i punti di partenza su cui si snoda il documento, che di seguito vi propongo nella sua versione integrale.

"Cozzolino è un bugiardo matricolato.  Dopo tre anni di tentativi è ancora incapace di dare soluzioni alla crisi idrica e, messo alle strette dai cittadini infuriati, racconta frottole e continua a scaricare le responsabilità sul passato. Invece di convocare una doverosa assemblea pubblica sul tema ha aspettato l'autoconvocazione di un gruppo di cittadini esasperati per andare a fornire delle non spiegazioni su quella che è
una vera e propria emergenza per la città di Civitavecchia. Emergenza che da idrica sta diventando sanitaria.  Accompagnato da un manipolo di fedelissimi, il sindaco ha dato vita
a una sequela di scuse miste a bugie paventando un prossimo ripristino del flusso dell’Oriolo (colpevolmente in ritardo) che, da solo, non potrà compensare i prossimi inevitabili cali del flusso dalle altre aste adduttrici. Bugie, quelle di Cozzolino, miste a gravi dimenticanze, ovviamente non fortuite. E' bene ricordare a Cozzolino  che quando il centrosinistra ha amministrato la città sono state messe in campo importantissime azioni per garantire il funzionamento del sistema idrico: sono stati realizzati filtri, impianti di sollevamento, costruzione di tratti di condotta fondamentali come quello di adduzione per evitare che l'acqua proveniente dall'acquedotto del medio Tirreno si
riversasse nel Mignone per poi dover essere risollevata e filtrata, è stato riattivato l'Oriolo, che era morto da anni. La successiva amministrazione di centrosinistra ha realizzato il dearsenificatore. Potremmo continuare con il citare molti altri interventi, ma la cartina di tornasole per l’incapacità di questa giunta è solo una: negli ultimi 15 anni non c'è mai stata una crisi è un disservizio così grave.
Negli ultimi tre anni l'acqua è mancata in tante zone e per lunghi periodi. Non serviranno di certo gli scudieri del sindaco a
coprire l'inefficienza e l'incapacità totale di una classe dirigente che in questi anni non solo ha prodotto un'emergenza idrica, ma anche una sanitaria, viste che non vengono fatte le disinfestazioni, i rifiuti sovrastano la città, le aree verdi sono in completo stato di abbandono. Ultima osservazione: l'assessore Ceccarelli ha bisogno ancora del tutoraggio dell'ex assessore Pantanelli: visti i disastri
combinati da quest'ultimo siamo destinati a passare dalla padella alla brace. Invece di raccontare bugie sarebbe il caso di iniziare ad
assumersi le responsabilità di fronte ai cittadini".