Chiusura Brennero, danno enorme per l’Italia e per l’intera Europa

La chiusura del confine tra l'Italia e l'Austria al Brennero costituirebbe un danno enorme non solo per il nostro Paese, ma per l'intera Europa. Ci auguriamo che il governo austriaco non decida di agire in autonomia, predisponendo controlli e blocchi alle frontiere che sarebbero inaccettabili.

I problemi legati all'immigrazione non si risolvono con le barriere: l'Austria non può ignorare questo ragionamento e pensare di fare per conto proprio, tradendo lo spirito europeo e intaccando i valori della solidarietà e della condivisione, che sono l'architrave dell'Unione europea.

Il governo italiano, e in primo luogo il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, sta agendo in modo deciso per evitare uno scenario catastrofico: sosteniamo questo sforzo e incoraggiamo l'esecutivo a proseguire in questo percorso. Chi ha cuore l'idea di Europa non può che vedere la chiusura del Brennero come un oltraggio allo stesso spirito europeo: dove è finita la nostra umanità di fronte al dramma dei migranti? Pensiamo davvero che i controlli ai confini possano risolvere la situazione? L'Europa oggi non può e non deve indietreggiare rispetto a un dovere imprescindibile e l'Austria non ha alcuna ragione per mettere i bastoni tra le ruote.