Carceri di Civitavecchia, serve una soluzione per la carenza di personale

Gli istituti penitenziari di Civitavecchia, quello di via Aurelia e quello di via Tarquinia, soffrono da tempo di carenza di personale. Per questo motivo ho chiesto al ministro della Giustizia, Andrea Orlando, di valutare l'assegnazione di 10 vice ispettori e due commissari alla luce della prossima immissione in ruolo di 271 nuovi vice ispettori. La situazione dei due penitenziari, come ha messo in evidenza di recente anche la Cgil Funzione pubblica, è ormai al collasso: il lavoro aumenta, ma non c'è un adeguato incremento di personale di polizia penitenziaria. Le carenze di personale riguardano in particolare le figure dei sovrintendenti degli ispettori e dei commissari. Dalle piante organiche stabilite in totale autonomia dall'amministrazione penitenziaria centrale risulta che negli istituti di Civitavecchia opera circa il 50% del personale previsto da questi due ruoli. La conseguenza di questa carenza di organico è che la qualità del servizio si abbassa e viene chiesto al personale del ruolo agenti-assistenti di svolgere mansioni superiori senza aver svolto un'adeguata formazione professionale. Auspico che il ministro Orlando ci dia al più presto risposte certe e rassicuranti.