Bando per beni confiscati conferma impegno Regione contro mafie

Bando per beni confiscati conferma impegno Regione contro mafie

Il nuovo banco pubblicato dalla Regione Lazio per la ristrutturazione di beni confiscati attesta l’impegno della Giunta, sostenuta dalla maggioranza di centrosinistra in Consiglio, nella lotta alla mafie. Significativo e importante il fatto che un appartamento sequestrato alla criminalità organizzata, nel difficile quartiere Magliana di Roma, sarà destinato a progetti in difesa dei diritti delle donne: da un luogo di disvalore e violenza si passerà a un luogo di diritti. Il bando di 488mila euro si aggiunge ai già 720mila erogati dalla Regione per il finanziamento di 13 progetti presentati da Comuni e associazioni: è un impegno fatto di numeri reali e di iniziative concrete. I progetti che riguardano situazioni simili – la palestra della legalità di Ostia, la gestione della società sportiva del Montespaccato insieme all’Ipab ‘Asilo Savoia’, la gestione della sala slot sequestrata al clan Spada, il giardino della legalità che nascerà dopo l’abbattimento della villa dei Casamonica, fino all’assegnazione dei terreni confiscati agli istituti agrari del Sud Pontino – rendono evidente quanto importante sia lavorare, ogni giorno, per ridare dignità al territorio e ai suoi cittadini